1478. La congiura dei Pazzi di Franco Cardini

1478. La congiura dei Pazzi

Titolo del libri: 1478. La congiura dei Pazzi

Editore: Editori Laterza

Autore: Franco Cardini


* You need to enable Javascript in order to proceed through the registration flow.

Primary: 1478. La congiura dei Pazzi.pdf - 29,371 KB/Sec

Mirror [#1]: 1478. La congiura dei Pazzi.pdf - 31,375 KB/Sec

Mirror [#2]: 1478. La congiura dei Pazzi.pdf - 43,943 KB/Sec

Franco Cardini con 1478. La congiura dei Pazzi

26 aprile 1478, messa in Duomo. Al momento del Santissimo due sicari si scagliano su Lorenzo e Giuliano de' Medici. Il primo trova riparo, il secondo cade sotto i colpi del pugnale. La 'congiura dei Pazzi' è scattata ma non porta i risultati sperati: nel giro di poche ore i corpi dei primi congiurati penzolano dalle finestre di Palazzo della Signoria. Per Lorenzo il Magnifico è l'inizio di un lungo braccio di ferro politico e diplomatico che alla fine lo vede vincitore. La congiura fallita ha una trama complessa e sono molti gli attori che si contendono la scena: per prima Firenze, città militarmente fragile ma forte per supremazia economica e finanziaria; e poi, il quadro mutevole delle alleanze, delle strategie matrimoniali, degli equilibri patrimoniali; il difficile rapporto tra poteri pubblici e poteri reali; i legami di parentela e di fedeltà; la mentalità: il dovere della vendetta, l'onore cavalleresco e il disonore del tradimento, l'amor di patria e lo spirito di parte, la gloria e la vergogna della damnatio memoriae. E, ancora: il potere di Lorenzo, le riforme varate nel nome della sicurezza, il più stretto legame tra controllo politico e interessi economici della famiglia Medici. Infine il ruolo nella memoria collettiva della città e il suo senso storico profondo - anche morale - nel contesto delle grandi congiure che hanno condizionato la storia.

libri correlati